• Pubblicata il:
  • Autore: LEO PALETTO
  • Categoria: Racconti mature
  • Pubblicata il:
  • Autore: LEO PALETTO
  • Categoria: Racconti mature

AMO LE DONNE MATURE – seconda parte

II giorno dopo mia mamma era a casa di turno, perciò non sono andato a pranzo da Amanda. Nel tardo pomeriggio, lei era nella sua stanza e io nella mia. Ho guardato la sua finestra e l'ho vista muoversi. Indossava solo il reggiseno e non aveva le mutande. Ha camminato per la sua stanza in quello stato per un bel po' di tempo. Probabilmente lo faceva apposta. Così, mentre io stavo battendo il record di pugnette italiano under 21, di tanto in tanto spiava fuori dalla finestra per assicurarsi di avere ancora la mia attenzione. Poi ha iniziato ad accarezzarsi, ben presto il suo reggiseno è finito sul pavimento ed è rimasta com-ple-ta-men-te nuda.
Non mi ha mai guardato direttamente, ma ha fatto davvero uno spettacolo per me. E' rimasta in piedi, appoggiata contro il muro, massaggiandosi il seno e aggiustando i capezzoli, e ha fatto scivolare una mano fra le sue cosce. Presto è diventata ancora più sfrontata e io ho fatto lo stesso.
Ho sempre avuto paura di essere troppo aperto. E se avessi interpretato male tutto quello che stava accadendo? E se avessi aperro del tutto la mia finestra mostrando con orgoglio i miei 15,24 cm.? Avrebbe chiamato i carabinieri denunciandomi come pervertito sessuale? 
Ero spaventato e prudente, ma anche arrapato come un 19enne segaiolo.
Quando lei ha tolto la mano dall'inguine e ha leccato la punta delle sue dita, ha alzato sguardo verso di me e i nostri occhi si sono incrociati. Sono corso alla mia finestra e ho aperto tutta la tapparella. Amanda si è leccata le labbra in modo super sexy e mi ha fissato a lungo. Allora ho cominciato a sborrare sui vetri e sul davanzale. 
Lei se n'è accorta e si è sditalinata con più vigore. I capezzoloni le esplodevano sul petto e continuava fissarmi. La sua bocca si è spalancata e uno sguardo di lussuria consapevole ha incorniciato i suoi spasmi mentre stava venendo.
Quello che mi ha colpito di più era che mi aveva guardato per tutto il tempo. Il suo sorriso era caldo, amorevole e comprensivo. E mi ha perfino strizzato l'occhio mentre sorrideva.
Dopo quelle che sembravano ore, ma in realtà saranno stati 30 minuti. era finita. Amanda ha concluso il nostro primo rapporto a distanza ravvicinata avvicinandosi alla finestra, alla quale ero ancora incollato, e chiudendo lentamente la tapparella.

FINE

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!